Formazione

La comunicazione e il counselling sistemico/narrativo nei percorsi di cura

Change propone ai professionisti sanitari e ai counsellor interessati ai temi della comunicazione e del counselling in ambito sanitario un percorso di aggiornamento teorico/ pratico/esperienziale in 50 ore  basato sull’approccio sistemico narrativo.

La struttura del corso
Il corso è suddiviso in quattro moduli, tre dei quali in due giornate consecutive  e uno di una sola giornata, per complessive 50 ore.

La struttura didattica del corso è funzionale al raggiungimento dei  tre obiettivi formativi che stanno alla base della formazione al counselling che CHANGE propone a da più di 30 anni:

  1. L’acquisizione di una logica di tipo sistemico, che dia al professionista la capacità di vedere la complessità delle relazioni che caratterizzano gli interventi di cura.
  2. L’approfondimento della conoscenza di sé, attraverso strumenti  quali l’autobiografia, la narrazione e le medicalhumanities .
  3. L’affinamento delle tecniche comunicative e delle tecniche di counselling sistemico/narrativo  che caratterizzano il metodo del nostro Istituto.

Vengono utilizzate modalità didattiche interattive basate sulla scrittura, sull’analisi di esperienze professionali, sull’analisi di situazioni filmate, su esercizi di comunicazione e roleplaying.

Coordinamento didattico:  Silvana Quadrino

Docenti: Mauro Doglio, Monica Forno, Manuela Olia, Silvana Quadrino, Roberta Ravizza , Milena Sorrenti.

Quota di iscrizione:

Per l’intero percorso                  
 € 700         Soci Slow Medicine  € 630

Per ogni modulo di due giornate
€  220        Soci Slow Medicine  € 200

Modulo di una giornata            
€ 120         Soci Slow Medicine  € 100

Scarica la Brochure

Iscrizione on line

Primo modulo 3-4 marzo 2017
Il professionista e la comunicazione nella relazione di cura
Immagine di sè, identità professionale, valori personali e etica nell’incontro
con il paziente e nelle scelte comunicative del professionista.

3 marzo
Ore 9,30 – 13
Il professionista, il paziente, la relazione di cura: le specificità della comunicazione nei percorsi di cura, nella realtà attuale.

Ore 14  – 18 
Identità professionale e storia personale: come si costruisce l’immagine di sè del professionista della cura, come influisce nelle comunicazioni e nella relazione con il paziente.

4 marzo
Ore 9,30 – 13
Il mondo del professionista e il mondo del paziente: cosa ostacola la comprensione e l’alleanza terapeutica , come superare gli ostacoli per facilitare la condivisione dei percorsi di cura.

Ore 14  – 17 
Le domande come strumento per la cooperazione e per la
negoziazione
: come formularle, come incorniciarle, come utilizzare le risposte per costruire una relazione di ascolto e di condivisione dei percorsi di cura.

Secondo modulo 28-29 aprile 2017
La medicina narrativa nella pratica quotidiana della cura
Comunicazione e colloquio narrativo: come facilitare la narrazione,
come ascoltarla,  come farne un elemento essenziale della relazione di cura

28 aprile
Ore 9,30 – 13
La malattia narrata: storie di malattia nella letteratura e nella realtà della cura sperimentata dai professionisti.

Ore 14 -18
Di cosa è fatta una narrazione: storie dominanti, personaggi, punti di svolta nella narrazione della malattia.

29 aprile
Ore 9,30-13
Medicina narrativa e ascolto attivo :  come facilitare il  colloquio narrativo ,  come utilizzare le narrazioni dei pazienti nel percorso di cura.       

Ore 14- 17
La voce del professionista nel colloquio narrativo:
riassunti, connessioni, commenti, co costruzione di storie che curano.

Terzo modulo  26 maggio ore 9,30 – 17,30
Comunicazione e cooperazione nei gruppi e nella rete dei servizi
come migliorare la comunicazione fra professionisti per facilitare lo scambio di informazioni, favorire la collaborazione, migliorare le relazioni e  la qualità degli interventi di cura

Ore 9,30-13
Gruppo, individuo, sistema, flussi comunicativi, relazione: elementi di analisi delle comunicazioni nei gruppi e del loro effetto sulle  relazioni e sulle prestazioni.

Ore 14-17,30
La conflittualità nelle organizzazioni sanitarie: le  tecniche della comunicazione cooperativa per il superamento dei conflitti con i pazienti e con i colleghi.

Quarto modulo 7-8 luglio 2017
Le comunicazioni più difficili
Cosa dire, come dirlo, come  restare in contatto con le proprie emozioni e con quelle del paziente e dei famigliari, senza negarle e senza rischiare  di essere invadenti.

7 luglio
Ore 9,30- 13
Il professionista, il paziente, la sua famiglia e l’evento malattia : come comunicare la diagnosi, come parlare di rischio, di riduzione dell’ autonomia, di sofferenza, di futuro mantenendo il contatto con le proprie emozioni e con quelle del malato e dei suoi famigliari.

Ore  14 – 18
Di fronte al dolore: la comunicazione con una persona che soffre, l’accoglienza e il rispetto del dolore, il rischio delle banalizzazioni e dell’eccessiva distanza.

8 luglio
ore 9,30-13

Il professionista e la morte:  dalle esperienze personali al significato della morte nell’immagine del professionista della cura.

Ore 14-17
Essere presenti nel fine vita e nel lutto: comunicazione e relazione nel sistema professionista-paziente-famiglia nel fine vita e dopo la morte.